Ciao ragazze,
ultimamente sono parecchio in fissa con la skincare, e soprattutto con le maschere! Ne sto provando davvero tantissime 😂
Quella di oggi è davvero particolare, perchè si tratta di una Jelly Mask, una maschera in gelatina

Brand: Lush
Prodotto: Jelly Face Mask “The Birth of Venus”
Reperibilità: store o online
Quantità: 65 gr
PAO: è riportato dietro la confezione, dura circa 4 mesi
Prezzo: 10,50 €

Pack: a differenza del solito vasetto nero, queste maschere sono contenute in un vasetto di plastica trasparente con tappo a vite.

Texture e modo d’uso: è proprio gelatinosa, il metodo da manuale prevede di prelevare una piccola quantità di maschera con le mani asciutte e di massaggiare il prodotto fino a creare una pastella. Personalmente io una volta che prelevo il prodotto mi trovo molto meglio a passarlo direttamente sul viso, è diciamo un metodo un po’ più pulito.

Ingredienti: Contiene acqua di mare che tonifica e rinfresca la pelle, essenza di lavanda e olio essenziale di camomilla blu con effetto calmante mentre l’infuso di petali di rosa freschi leniscono e bilanciano. Estratto dalle alghe, il gel di carragenina per ammorbidire e offrire un incarnato vellutato. Ma vi lascio la foto così potete leggerli nel dettaglio

Cosa ne penso?

Partiamo dal fatto che ho una pelle particolarmente difficile: secca e sensibile in alcune zone, mista in altre, per non parlare delle spaccature dal freddo. Faccio questa piccola premessa perché è davvero raro riuscire a trovare una maschera che posso fare su tutto il viso. Solitamente sulla zona T faccio una maschera purificante, nella zona delle guance e ai lati della fronte ne faccio una idratante e nelle spaccature una bella nutriente.

Questa è una delle pochissime maschere (oltre a quelle in tessuto) che posso tranquillamente stendere su tutto il viso. Nel mio caso ho notato un totale bilanciamento, è lenitiva e calmante sui rossori, idratante sulla pelle secca e equilibrante e tonificante nella zona mista.

Ma devo ammettere che ci ho messo un po’ a capirla come maschera, nella confezione consiglia di tenerla su 5-10 minuti e successivamente di risciacquare. La primissima volta che l’ho provata, l’ho lasciata in posa 10 minuti e poi ho provato a rimuoverla con parecchia difficoltà, idem la volta successiva, dove l’ho lasciata appena 5 minuti.
Ne ho dato una parte a Laura, mia fide compagna di avventure del beauty, e lei non ha avuto questa grande difficoltà, anzi ha provato a tenerla su per circa 40 minuti, e l’ha rimossa a striscioline tipo peel-off. Così un pomeriggio l’ho applicata, e senza rendermi conto mi sono addormentata, tenendola in posa oltre un’ora. Ero già terrorizzata al pensiero di “E ora come cacchio la tolgo”

Mi è venuto subito in mente il metodo striscioline di Laura, così ho provato a tirare i bordi ed è venuta via in un attimo! La parte che non viene via a striscioline, è venuta via immediatamente con un po’ di acqua e una spugnetta, ma comunque molto più velocemente rispetto al tempo di posa riportato sulla confezione!

Voi che ne pensate? Avete mai provato una maschera simile?

 

Vi lascio tutti i link dove potete trovarmi
Facebook
Instagram
Canale Youtube
A presto, Fede

Facebook Comments

Lascia una recensione

1 Comment on "Review Jelly Face Mask “The Birth of Venus” | Lush"

avatar
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
trackback

[…] Review Jelly Face Mask “The Birth of Venus” | Lush […]